Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Coronavirus

La Lombardia da lunedì 1 febbraio è in zona gialla

Data di pubblicazione:

mercoledì 13 gennaio, 2021

Tempo di lettura:

5 min

Visualizzazioni

296

COVID-19: CLICCA QUI PER INFO E AGGIORNAMENTI DI REGIONE LOMBARDIA

ORDINANZA DEL MINISTERO DELLA SALUTE – 29 gennaio

La nuova Ordinanza del Ministero della Salute colloca la Lombardia in “zona gialla”. Le nuove misure saranno in vigore a partire da lunedì 1° febbraio. Ecco le principali novità:

SPOSTAMENTI
– Ci si può muovere liberamente nel proprio Comune e all’interno della Regione.
– Resta il divieto di muoversi dalle 22 alle 5 e di spostarsi in altre Regioni (anche se “gialle”) salvo comprovati motivi di lavoro, necessità o salute. Il divieto di spostamento in altre Regioni è previsto fino al 15 febbraio.
– È permesso una sola visita al giorno a casa di parenti o amici, in massimo 2 persone più figli minori di 14 anni e persone disabili o non autosufficienti conviventi.
– Il rientro alla residenza, domicilio o abitazione è sempre consentito.

BAR, PUB E RISTORANTI
Riaprono dalle 5 alle 18 le attività dei servizi di ristorazione. Consumo al tavolo per massimo 4 persone, salvo conviventi. Consegna a domicilio sempre senza restrizioni, asporto fino alle 18 per i bar senza cucina e fino alle 22 per le altre attività. Resta valido il divieto di consumare sul posto o nelle vicinanze.
NEGOZI E CENTRI COMMERCIALI
– Aperti tutti i negozi e i servizi alla persona senza limitazioni
– Chiusi, durante le giornate festive e prefestive, i negozi che si trovano nei centri commerciali, ad eccezione delle farmacie e parafarmacie, dei presidi sanitari, dei punti vendita di generi alimentari, dei tabacchi e delle edicole.
SCUOLA
Didattica in presenza al 100% per le scuole dell’infanzia, le elementari e le medie. Alle superiori didattica in presenza alternata per minimo il 50% e fino al 75% degli alunni.
– Leggi tutte le misure in vigore in zona gialla sul sito della Regione
– Sito Ministero della Salute——————-

ORDINANZA DEL MINISTERO DELLA SALUTE – 23 gennaio

Il Ministro della Salute ha firmato il 23 gennaio l’Ordinanza, in vigore dal 24 gennaio, che colloca in zona arancione la Regione Lombardia.
Ecco le principali misure che saranno valide a partire dal 24 gennaio:

– Vietati gli spostamenti tra Regioni e verso un Comune diverso da quello di residenza/domicilio/abitazione tranne che per ragioni di salute, lavoro, necessità. Dalle 5 alle 22 resta consentito spostarsi una sola volta al giorno verso una sola abitazione privata all’interno del Comune, fino a due persone e a figli minori di 14 anni e persone disabili o non autosufficienti con essi conviventi. Consentiti gli spostamenti dai Comuni con meno di 5 mila abitanti, entro i 30 km. Vietati gli spostamenti verso i capoluoghi di provincia

-️ Restano sospese tutte le attività legate alla ristorazione. Asporto consentito fino alle 18 per bar senza cucina e fino alle 22 per le altre attività, con divieto di consumazione nelle vicinanze
– Aperti tutti gli esercizi commerciali senza restrizioni.
– Nei giorni festivi e prefestivi rimangono chiuse le attività all’interno dei centri commerciali, mercati coperti e affini, tranne quelle deputate alla vendita di specifiche categorie merceologiche
– In presenza medie, elementari e scuole d’infanzia. Tornano in aula anche gli studenti degli istituti superiori con presenza al 50%
———————-

ORDINANZA DEL MINISTERO DELLA SALUTE – 16 gennaio

Il Ministro della Salute ha firmato il 16 gennaio l’Ordinanza, in vigore dal 17 gennaio 2021, che colloca in area rossa la Regione Lombardia.

Leggi il testo
Sito del Governo

———————-

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI – 14 gennaio

Il Presidente del Consiglio ha firmato il nuovo DPCM che prevede ulteriori restrizioni per la nostra Regione che, con ordinanza del Ministero della Salute, è stata classificata come zona rossa a partire dal 17 gennaio 2021:
Ecco le principali disposizioni per la Lombardia:

– Vietati gli spostamenti, anche all’interno del proprio Comune, se non per motivi di lavoro, salute o necessità. Si dovrà avere sempre l’autocertificazione. E’ consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata, tra le 5.00 e le ore 22.00, a un massimo di due persone ulteriori a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione all’interno del comune di residenza. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono
– Sono comunque consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia
– Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, ad eccezione di attività di vendita di generi alimentari e quelle indicate all’interno dell’allegato 23
– Sospese le attività dei servizi alla persona, ad eccezione di lavanderie, servizi di pompe funebri, barbieri e parrucchieri
– I centri commerciali sono chiusi nei giorni festivi e prefestivi
– Sono chiusi i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari
– Sospese le attività dei servizi di ristorazione (bar, ristoranti, pub, gelaterie, pasticcerie). Consentito solo l’asporto o il domicilio. Per i ristoranti sempre consentito l’asporto e la consegna a domicilio; per i bar e le attività contraddistinte dai codici ateco 56.3 e 47.25 consentita la consegna a domicilio, mentre dalle ore 18.00 è vietato l’asporto di cibi e bevande
– Sono sospese le attività di palestre, piscine, centri benessere, centri natatori, centri termali, anche svolte nei centri sportivi all’aperto. È consentito lo svolgimento dell’attività motoria in prossimità della propria abitazione, mentre è consentita l’attività sportiva esclusivamente all’aperto e in forma individuale
– Didattica a Distanza per le scuole secondarie di primo grado e di secondo grado (ad eccezione del primo anno di scuola secondaria di primo grado)
– Sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò.
– Vietate le feste sia in luoghi pubblici che privati

Leggi il testo e gli allegati

Con Decreto Legge n. 2/2021 è stato prorogato lo stato di emergenza fino al 30 aprile 2021
—————————-

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

18/02/2021