Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l'acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

E' nata l'azienda consortile per la gestione del nuovo Sistema Bibliotecario

Sottoscritto dal Sindaco, Marco Segala, l’atto costitutivo del nuovo Sistema Bibliotecario "CUBI", che unisce il Vimercatese e il Milano-Est

Data di pubblicazione:

mercoledì 20 luglio, 2022

Tempo di lettura:

2 min

Martedì 19 luglio 2022 si è concluso un lungo percorso al quale hanno contribuito più di 350 persone (tra amministratori, cittadini e operatori delle biblioteche) partecipando a decine di incontri per disegnare il futuro delle biblioteche e del nuovo sistema bibliotecario del territorio
Votata all’unanimità dei presenti in Consiglio Comunale a San Giuliano, la Delibera n.44 del 4 maggio 2022, aveva dato il via libera alla costituzione dell’Azienda Speciale Consortile Cubi, ovvero, una nuova realtà operativa – la cui fisionomia è stata definita al termine di un lavoro condiviso durato 3 anni – per la gestione del nuovo Sistema Bibliotecario “Culture e Biblioteche in rete”, nato dall’unione tra il Sistema Bibliotecario Vimercatese e il Sistema Bibliotecario Milano-Est.
Dopo l’approvazione del Piano strategico e del Progetto di fattibilità, ieri mattina i Sindaci di 58 Comuni – tra cui anche  San Giuliano con Marco Segala – hanno firmato l’atto costitutivo di CUBI (Azienda Speciale Consortile), dando vita ad un sistema bibliotecario più agile, solido e moderno, al servizio dei cittadini.
«Con la nascita di questa nuova azienda – commenta il Sindaco di San Giuliano Milanese, Marco Segala – abbiamo portato a termine un percorso lungo ma proficuo che ha consentito di dar vita ad una nuova modalità di gestione che ci auguriamo garantisca ancora maggiore efficienza e qualità ad un servizio importante per la collettività e per tutti coloro che ne usufruiscono. Un ringraziamento naturalmente va a tutti coloro – personale, tecnici e istituzioni rappresentative – che hanno lavorato con impegno per raggiungere questo obiettivo. Riteniamo che questo nuovo assetto organizzativo possa offrire maggiore supporto alle biblioteche del territorio e dare quindi risposta ai nuovi bisogni, culturali e sociali, delle persone”.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

25/07/2022