Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l'acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

Green Pass "base" e "rafforzato": le ultime novità introdotte dal DL del 7/1 e dal DPCM del 21/1

Dal 3/1, Lombardia in "zona gialla". Consulta le novità delle ultime disposizioni anti Covid-19

Data di pubblicazione:

giovedì 9 dicembre, 2021

Tempo di lettura:

10 min


Il Governo ha pubblicato una tabella riepilogativa, aggiornata al 31 dicembre 2021, delle attività consentite senza green pass, con green pass “base” e con green pass “rafforzato”.

 

Per tutte le altre info: sito del Governo

 

 

_______________________________________________

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Legge n.221 del 24 dicembre 2021 che introduce ulteriori misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da Covid-19 e per lo svolgimento in sicurezza delle attività economiche e sociali. Di seguito le principali novità in vigore dal 25 dicembre 2021:

Green Pass

Dal 1° febbraio 2022 la durata del green pass vaccinale è ridotta da 9 a 6 mesi. Inoltre il periodo minimo per la somministrazione della terza dose sarà ridotto da 5 a 4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario.

Mascherine

Dalla data d’entrata in vigore del provvedimento fino al 31 gennaio 2022 è obbligatorio:

  • indossare le mascherine anche all’aperto e anche in zona bianca;
  • indossare le mascherine di tipo FFP2 in occasione di spettacoli aperti al pubblico che si svolgono all’aperto e al chiuso in teatri, sale da concerto, cinema, locali di intrattenimento e musica dal vivo (e altri locali assimilati) e per gli eventi e le competizioni sportivi che si svolgono al chiuso o all’aperto. In tutti questi casi è vietato il consumo di cibi e bevande al chiuso;
  • indossare le mascherine di tipo FFP2 sui tutti i mezzi di trasporto.

Ristoranti e locali al chiuso

Dalla data di entrata in vigore del presente decreto fino alla cessazione dello stato di emergenza da covid-19 il consumo di cibi e bevande al banco, al chiuso, nei servizi di ristorazione è consentito esclusivamente ai soggetti in possesso delle certificazioni verdi COVID-19 ( ai sensi dell’articolo 9, comma 2, lettere a), b) e c-bis) nonché ai soggetti di cui all’articolo 9-bis, comma 3, primo periodo, del decreto-legge n. 52 del 2021.

Eventi, feste, discoteche

Dall’entrata in vigore del provvedimento e fino al 31 gennaio 2022:

  • sono vietati gli eventi, le feste e i concerti, comunque denominati, che implichino assembramenti in spazi all’aperto;
  • saranno chiuse le sale da ballo, discoteche e locali assimilati.

Ingressi di visitatori in strutture socio-sanitarie e RSA

Dal 30 dicembre fino alla cessazione dello stato di emergenza è possibile entrare per far visita alle strutture residenziali, socio-assistenziali, socio-sanitarie e hospice solo ai soggetti muniti di Green Pass rafforzato e tampone negativo oppure vaccinazione con terza dose.

Estensione del Green Pass

Estensione dell’obbligo di Green Pass ai corsi di formazione privati svolti in presenza.

Estensione del Green Pass rafforzato

Dal 10 gennaio 2022 fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 viene esteso l’obbligo di green pass ‘rafforzato’ – ai sensi dell’articolo 9, comma 2, lettere a), b) e c-bis) del decreto-legge n. 52 del 2021, nonché ai soggetti di cui all’articolo 9-bis, comma 3, primo periodo, del decreto-legge n. 52 del 2021 – alle seguenti attività:

  • al chiuso per piscine, palestre e sport di squadra;
  • musei e mostre;
  • al chiuso per i centri benessere;
  • centri termali (salvo che per livelli essenziali di assistenza e attività riabilitative o terapeutiche);
  • parchi tematici e di divertimento;
  • al chiuso per centri culturali, centri sociali e ricreativi (esclusi i centri educativi per l’infanzia);
  • sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 52 del 23 Dicembre 2021: https://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-52/18900

Per maggiori informazioni, consulta la pagina dei provvedimenti sul sito del  Governo: https://www.governo.it/it/provvedimenti

________________________________________

Il Consiglio dei Ministri, in data 29 dicembre 2021, ha approvato un nuovo Decreto Legge che introduce misure urgenti per il contenimento della diffusione dell’epidemia da Covid-19 e disposizioni in materia di sorveglianza sanitaria, che si aggiungono a quelle contenute nel precedente provvedimento del 24 dicembre 2021. Come indicato nel comunicato del Governo, il testo estende ulteriormente il Green Pass rafforzato (che si ottiene con il completamento del ciclo vaccinale e la guarigione) e modifica le quarantene per i vaccinati. Ecco le anticipazioni sulla novità introdotte:

Green Pass rafforzato
.
Dal 10 gennaio 2022 fino alla cessazione dello stato di emergenza (31 marzo 2022), si amplia l’uso del Green Pass rafforzato alle seguenti attività:
-alberghi e strutture ricettive, compresi i servizi di ristorazione prestati aĺl’interno degli stessi anche se riservati ai clienti ivi alloggiati;
-feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose;
-sagre e fiere;
-convegni e centri congressi;
-servizi di ristorazione all’aperto;

-impianti di risalita con finalità turistico-commerciale anche se ubicati in comprensori sciistici;
-piscine, centri natatori, sport di squadra e centri benessere anche all’aperto;
-centri culturali, centri sociali e ricreativi per le attività all’aperto;

-aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto di persone;

-navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale;

-treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo interregionale, Intercity, Intercity Notte e Alta Velocita’;

-autobus adibiti a servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, effettuati su strada in modo continuativo o periodico su un percorso che collega piu’ di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti;

-autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente.

Inoltre il Green Pass rafforzato è necessario per l’accesso e l’utilizzo dei mezzi di trasporto compreso il trasporto pubblico locale o regionale.

Tali disposizioni non trovano applicazione nei riguardi dei minori di eta’ inferiore ai 12 anni e dei soggetti per i quali sussista una controindicazione clinica alla vaccinazione.


Quarantene
.
Il decreto prevede che la quarantena precauzionale non si applica a coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al Covid-19 nei 120 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario o dalla guarigione nonché dopo la somministrazione della dose di richiamo. Fino al decimo giorno successivo all’ultima esposizione al caso, ai suddetti soggetti è fatto obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 e di effettuare – solo qualora sintomatici – un test antigenico rapido o molecolare al quinto giorno successivo all’ultima esposizione al caso.
Infine, si prevede che la cessazione della quarantena o dell’auto-sorveglianza sopradescritta consegua all’esito negativo di un test antigenico rapido o molecolare, effettuato anche presso centri privati; in tale ultimo caso la trasmissione all’ASL del referto a esito negativo, con modalità anche elettroniche, determina la cessazione di quarantena o del periodo di auto-sorveglianza.

Capienze
.
Il decreto prevede che le capienze saranno consentite al massimo al 50% per gli impianti all’aperto e al 35% per gli impianti al chiuso.

Per maggiori informazioni, consulta il sito del  Governo

Leggi il testo del Decreto


Il Consiglio dei Ministri, in data 5 gennaio, ha approvato un nuovo Decreto Legge che introduce misure urgenti per fronteggiare l’emergenza Covid 19, in particolare nei luoghi di lavoro e nelle scuole.

Ecco alcune anticipazioni:

Per tutti coloro che hanno compiuto 50 anni, si introduce l’obbligo vaccinale. Dal 15 febbraio i lavoratori pubblici e privati con 50 anni di eta’ dovranno possedere il Green Pass rafforzato per accedere ai luoghi di lavoro.

Per accedere ai servizi alla persona, ai pubblici uffici, ai servizi postali, bancari e finanziari, attivita’ commerciali, sara’ necessario il Green Pass base (tampone), fatte salve le eccezioni che saranno individuate con un atto secondario per assicurare le esigenze essenziali e primarie delle persone.

Scuole

-Nidi e asili: con 1 positivo in classe, sospensione attivita’ per 10 giorni

-Primarie: con 1 positivo, test antigenici e molecolari a tutta la classe; con 2 positivi, DAD per 10 giorni

-Secondarie di I e Ii grado: con un caso di positivita’, e’ prevista l’autosorveglianza con l’uso, jn aula, di mascherine FFP2; con due casi nella stessa classe e’ prevista la didattica digitale integrata per chi ha concluso il ciclo vaccinale da piu’ di 120 giorni, per chi e’ guarito da piu’ di 120 giorni o chi non ha avuto la dose di richiamo. Per tutti gli altri, e’ prevista la prosecuzione delle attivita’ con l’autosorveglianza e l’utilizzo di mascherine FFP2 in classe. Con tre casi nella stessa classe e’ prevista la DAD per 10 giorni.

Leggi il testo del Decreto

Schede illustrative ALI (Autonomie Locali Italiane)

___________________________________________________________

Il Consiglio dei Ministri n.57 del 21 gennaio 2022 ha approvato un nuovo DPCM “anti Covid-19”, (in corso di registrazione) legato all’ultimo decreto (1/2022) che ha introdotto l’obbligo vaccinale per gli over 50.

Il documento in questione riguarda le nuove norme sull’uso del Green pass (rilasciato o in seguito alla vaccinazione, o dopo guarigione da Covid-19, o dopo aver effettuato un tampone dall’esito negativo, eseguito nelle precedenti 72 ore nel caso di test molecolare, oppure nelle precedenti 48 ore nel caso di tampone antigenico rapido) nei negozi e negli uffici pubblici 

La novità di questo DPCM (che entrerà in vigore dal 1° febbraio 2022), quindi, è rappresentata dall’indicazione di una lista delle attività commerciali dove sarà e non sarà necessario il Green Pass per accedere.

Il provvedimento individua le esigenze essenziali e primarie della persona per soddisfare le quali non è richiesto il possesso del Green Pass, ai sensi del DL 1/2022. La deroga vale per i servizi e le attività che si svolgono, in locali al chiuso, in cinque ambiti:

  • alimentare e prima necessità;
  • sanitario;
  • veterinario;
  • di giustizia;
  • di sicurezza personale.

NB – L’articolo 2 del DPCM specifica che i controlli sui green pass sono di responsabilità dei titolari degli esercizi e dai responsabili dei servizi “anche con controlli a campione”.

In questa tabella, suddivisa per tipologie di esercizi, forniamo le coordinate precise anche in considerazione delle novità entrate in vigore dal 20 gennaio 2022:

Supermercati, mercati e negozi di alimentari

 

Si può accedere senza Green pass base oltre che nei negozi di alimentari anche in quelli “non specializzati“, ma “con prevalenza di prodotti alimentari e bevande” come ipermercati, supermercati, discount, minimercati e altri esercizi di “alimentari vari”, mentre sono escluse le enoteche in cui è possibile anche bere e mangiare.

Senza Green pass, inoltre:

  • si potrà fare la spesa al mercato rionale;
  • si potrà acquistare alle bancarelle ambulanti.
Farmacie, ottici e cura della persona

 

Non servirà il Green pass base per:

  • acquistare farmaci o prodotti per la cura della persona (creme, bagno schiuma, shampoo, deodoranti, spazzolini, dentifrici, prodotti per la prima infanzia) in farmacie e parafarmacie;
  • negozi di ottica;
  • esercizi commerciali specializzati nel commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici.
Negozi di abbigliamento, giocattoli e cosmetici

 

Il Green pass base servirà, dal 1° febbraio 2022, per i negozi che vendono abbigliamento, giocattoli e cosmetici.

Dal 20 gennaio 2022, serve per i servizi alla persona: parrucchiere, centri estetici, tatuatori e piercer.

 

Edicole, librerie, cartolerie

Niente certificato per le edicole all’aperto (chioschi).

Serve il green pass base per:

  • negozi che al loro interno vendono giornali;
  • cartolerie;
  • librerie.
Tabaccherie Servirà il green pass base.
Benzinai e pellet I benzinai, in quanto attività all’aperto, resteranno liberi: sarà possibile quindi rifornirsi di carburante per moto o auto senza alcun Green pass.

Lo stesso varrà per acquistare il combustibile per la casa, compresi anche legna, pellet e cherosene.

Ospedale, medico di base, veterinario Non serve il green pass.
Dentisti Negli studi dentistici l’obbligo di esibire il Green Pass, base o rafforzato, non è previsto dalla legge, mentre odontoiatri, igienisti e assistenti (Aso) sono già obbligati al vaccino, in quanto personale sanitario.

Ai pazienti viene richiesta un’autocertificazione, ma in ogni caso il dentista ha il dovere di prestare le cure, soprattutto in caso di urgenze (non per una semplive pulizia dei denti).

Denunce e processi Non dovranno avere il green pass i cittadini che devono entrare in una stazione dei carabinieri, in un commissariato, in un comando di polizia locale per presentare una denuncia o comunque svolgere un atto «indifferibile».

Niente green pass anche per partecipare a un processo in tribunale.

Banche, poste, uffici pubblici Dal 1° febbraio 2022 il green pass base servirà invece per accedere a: «Pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari».

Non sarà quindi possibile andare in un ufficio postale a ritirare la pensione senza la certificazione verde standard (cioè anche con tampone negativo).

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

25/01/2022