Questo sito utilizza solo cookie tecnici e di analytics (equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici).

Preferenze Accetto

Insieme contro le carenze della medicina del territorio

Con una nuova lettera rivolta alle autorità regionali, 68 Sindaci denunciano le criticità segnalate da medici e pazienti

Data di pubblicazione:

mercoledì 28 aprile, 2021

Tempo di lettura:

1 min

Nuovo sforzo congiunto dei Sindaci della Città Metropolitana di Milano per richiedere un potenziamento della medicina del territorio e superare le criticità segnalate da medici e pazienti.

Con una lettera indirizzata al Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, all’Assessore al Welfare Letizia, Moratti e al Direttore Generale di ATS Milano, Walter Bergamaschi, 68 Sindaci del territorio tra cui il Sndaco di San Giuliano Marco Segala,  denunciano il mancato cambio generazionale dei medici e pediatri di famiglia e richiedono un intervento decisivo e risolutivo alle autorità competenti prima che “i disagi causati diventino di ancor più difficile gestione”.

“Con questo nuovo intervento” commenta il Sindaco Marco Segala “vogliamo farci portavoce, in quanto autorità sanitarie dei nostri territori, del diffuso disagio che il progressivo pensionamento e il mancato inserimento di nuove risorse, sta provocando sia nei nostri medici rimasti in servizio che nei cittadini. Siamo consapevoli dello sforzo che sta richiedendo la gestione della pandemia, ma il potenziamento della medicina del territorio oggi,  deve rappresentare una priorità per poter garantire ai nostri medici una gestione del lavoro sostenibile e ai nostri cittadini, soprattutto ai più anziani e ai più fragili, cure e prestazioni puntuali per una ripartenza in sicurezza”.

 

 

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

28/04/2021