Questo sito utilizza solo cookie tecnici e di analytics (equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici).

Preferenze Accetto

Operazione Smart: i comuni del Sud Est Milano insieme per la sicurezza del territorio

Sabato 23 ottobre ultimo appuntamento del progetto regionale di sicurezza urbana e stradale

Data di pubblicazione:

lunedì 25 ottobre, 2021

Tempo di lettura:

2 min

Visualizzazioni

152

Ultimo appuntamento per il 2021 dell’Operazione S.M.A.R.T., Servizio di monitoraggio aree a rischio del territorio: il progetto di sicurezza urbana e stradale interamente finanziato da Regione Lombardia e di cui il Comune di San Giuliano è ente capofila.

Sabato 23 ottobre, una task force composta da 25 pattuglie con 50 operatori coordinati dalla centrale operativa di San Giuliano M.se è stata impegnata, dalle 20 fino alle 2 di domenica, in diverse attività di controllo della circolazione stradale e presidio di piazze e altre “zone calde”.

Presente l’Assessore regionale alla Sicurezza Riccardo De Corato e alcuni Sindaci e Assessori in rappresentanza dei comuni di Peschiera, Carpiano, San Donato M.se, Pantigliate, Mediglia, Locate Triulzi, Opera, Settala che hanno aderito al progetto.

Ecco alcuni dati operativi delle attività svolte:

  • 443 veicoli controllati
  • 457 persone identificate
  • 44 violazioni codice della strada
  • 2 violazioni covid
  • 3 veicoli sequestrati
  • 145 conducenti sottoposti etilometro/precursore
  • 2 controlli commerciali

Commentano il Sindaco Marco Segala e l’Assessore alla Sicurezza Daniele Castelgrande: “Si conclude con un bilancio estremamente positivo il progetto regionale SMART che ha visto un ruolo di primo piano del Comune di San Giuliano e della nostra centrale operativa. Ringraziamo l’Assessore alla Sicurezza De Corato, per l’attenzione posta al presidio del nostro territorio e per aver favorito una collaborazione concreta tra i Comandi di Polizia Locale dei comuni coinvolti. I risultati operativi e la sinergia creata tra gli operatori e le istituzioni ha dimostrato che solo mettendo insieme uomini e mezzi, ma soprattutto mettendo a fattore comune competenze ed esperienze, è possibile attivare risposte concrete per potenziare e rendere ancora più efficiente il controllo del territorio. Ci auguriamo che questa iniziativa, che ha rappresentato per noi una straordinaria opportunità di confronto e crescita professionale, possa costituire un significativo precedente per future operazioni di sicurezza”.

 

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

08/11/2021