Questo sito utilizza solo cookie tecnici e di analytics (equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici).

Preferenze Accetto

Riduzione TARI 2021 per le utenze non domestiche in relazione all'emergenza Covid-19

Data di pubblicazione:

martedì 14 settembre, 2021

Tempo di lettura:

2 min

Nella seduta del 24 agosto scorso, la Giunta Comunale ha dato seguito alle disposizioni approvate dal Consiglio Comunale in data 30 giugno 2021 in tema di criteri e modalità per la concessione di ristori alle utenze non domestiche per i danni derivanti dalla crisi economica dovuta all’emergenza sanitaria tuttora in corso, da detrarsi sugli avvisi di pagamento Tari 2021.

Per il riconoscimento delle agevolazioni a favore delle attività economiche, sono stati individuati i seguenti criteri:

  • le attività devono essere attive dal primo semestre 2021;

  • devono essere state sospese da provvedimenti governativi nel periodo dal 1° gennaio al 30 giugno 2021;

  • pur non essendo state sottoposte a sospensione nel periodo dal 1° gennaio al 30 giugno 2021, sono state particolarmente danneggiate dall’emergenza sanitaria a causa dei divieti e delle limitazioni introdotte;

La Giunta ha poi chiarito la composizione e la ripartizione del fondo di 680.000,00 euro messo a disposizione delle utenze non domestiche:

  • 500.000,00 euro saranno destinate a tutte le attività economiche e le aziende del territorio con una conseguente riduzione della tariffa pari al 18,6%, al fine di evitare che in un contesto emergenziale si debbano applicare maggiorazioni sugli importi a causa di recenti modifiche normative nazionali;

  • i restanti 180.000,00 euro, invece, si aggiungeranno all’importo prima citato e incrementeranno quindi lo sconto per le categorie economiche maggiormente colpite dalle chiusure obbligatorie e dalle restrizioni nell’esercizio delle rispettive attività imposte dalle normative anti-Covid19, a seguito dei controlli degli uffici e secondo criteri di ragionevolezza e proporzionalità rispetto alle perdite subite. A riguardo, nel provvedimento sono state specificate anche le categorie economiche che beneficeranno di questa ulteriore riduzione – compresa tra il 25% e il 50%, a seconda della tipologia di attività – che si applicherà anche alle relative pertinenze.

Gli sconti saranno applicati d’ufficio nel momento dell’emissione dei relativi modelli F24 e decorrono dal 1° gennaio 2021.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

14/09/2021