Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l'acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

L'acqua è poca, non sprechiamola! - Un decalogo per il risparmio idrico

Il Gruppo Cap, gestore del servizio idrico, ha stilato una serie di regole per un uso più consapevole dell’acqua, soprattutto nel periodo estivo

Data di pubblicazione:

giovedì 23 giugno, 2022

Tempo di lettura:

1 min

Visualizzazioni

211

L’acqua è un bene prezioso e limitato.

Le temperature aumentano e le piogge diminuiscono, un’emergenza climatica che causa nel nostro Paese una forte siccità e che compromette, in particolare, le lavorazioni agricole.

Un problema che si aggrava maggiormente se si pensa che in Italia si sprecano, per cause varie, oltre 100mila litri al secondo, circa 9 miliardi di litri al giorno.

Al momento i cittadini della Città metropolitana di Milano non hanno motivi di preoccupazione rispetto all’acqua che sgorga dai loro rubinetti. Ma ciò non significa che non si debba prestare una grande attenzione a come si usa l’acqua. E non solo in questo particolare periodo”.

Con questa premessa il Gruppo Cap, gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, ha stilato un decalogo (vedi allegato in pdf) per incentivare un uso più consapevole dell’acqua nei giorni in cui, secondo l’Osservatorio sugli utilizzi idrici del Fiume Po «stiamo vivendo la peggior crisi da 70 anni a oggi».

Il decalogo, oltre alle 10 regole che lo compongono, include l’invito, in questo periodo di stress idrico, a evitare di usare l’acqua per tutti gli usi non strettamente necessari.

Per info: Gruppo Cap

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

27/06/2022