Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

ACQUISIZIONE DELLA CITTADINANZA ITALIANA

Visualizzazioni

67

In base alla Circolare del Ministero dell’Interno K28.1/91 la cittadinanza italiana è attribuita per nascita, Acquisita o Riconosciuta.

Presso l’Ufficio di Stato Civile del Comune è possibile:

  • acquisire la cittadinanza a seguito di dichiarazione
  • prestare il giuramento necessario all’ottenimento della cittadinanza acquisita per concessione/naturalizzazione.

A chi si rivolge

Cittadinanza acquisita a seguito dichiarazione

Un cittadino straniero per nascita, in possesso di determinati requisiti. L'ipotesi più frequente si verifica in caso di persona straniera nata in Italia e legalmente residente senza interruzioni fino al compimento della maggiore età in Italia.

Giuramento per cittadinanza acquisita per concessione/naturalizzazione

Un cittadino straniero che voglia ottenere la cittadinanza italiana per matrimonio o per naturalizzazione, dopo aver ottenuto il decreto di concessione dalla Prefettura

Accedi al servizio

Cittadinanza acquisita a seguito dichiarazione

Recarsi presso l'ufficio di Stato Civile del Comune di residenza per  rendere una dichiarazione nell'anno che intercorre tra il compimento del 18° e quello del 19° anno (non oltre).

Giuramento per cittadinanza acquisita per concessione/naturalizzazione

Dopo aver ottenuto il decreto di concessione della cittadinanza dalla Prefettura recarsi, previo appuntamento, presso l'ufficio di Stato Civile del Comune per "prestare il giuramento" necessario all'ottenimento della cittadinanza. Il giuramento dovrà essere reso entro 180 giorni dalla notifica del decreto.

Per richiedere la cittadinanza italiana, per matrimonio o per naturalizzazione, bisogna rivolgersi alla Prefettura di Milano
(Corso Monforte, 31 - tel. 02 77584341):

per appuntamento al 02.77584341
e-mail cittadinanza@prefettura.milano.it
telefonando il lunedì dalle 9.00 alle 13.00 (tel. 02/77584335) per informazioni.

Visitare il sito internet della prefettura di Milano nella sezione "cittadinanza" per scaricare la modulistica.
La Prefettura comunicherà al cittadino l'arrivo del decreto di concessione della cittadinanza italiana. Si consiglia di controllare l'esattezza dei dati riportati nel Decreto.

Comune

Via De Nicola 2 - 20098 San Giuliano Milanese (MI)

Ulteriori informazioni

Confermato

Attribuzione della cittadinanza italiana per nascita

Una persona è cittadina italiana se:

- nasce da padre o madre italiani ovunque avvenga la nascita;

- nasce sul territorio italiano ed è:

  • figlio di ignoti,
  • figlio di apolidi (genitori senza cittadinanza, lo status di apolidi deve essere dimostrato),
  • figlio di straniero che non segue la cittadinanza dei genitori (art. 2 del DPR 572/93).

Acquisto automatico della cittadinanza italiana

- Il minorenne straniero riconosciuto o adottato da padre o da madre italiani;
- Il figlio minorenne di stranieri che acquistano la cittadinanza italiana (padre o madre), diventa cittadino italiano se convivente con il genitore al momento dell'acquisto.

Riconoscimento dell'acquisto della cittadinanza italiana ai discendenti di cittadini italiani (jure sanguinis)

Il riconoscimento della cittadinanza italiana riguarda quei soggetti stranieri discendenti da un cittadino italiano, nati un uno stato che li ritiene propri cittadini, per il solo fatto di essere nati nel proprio territorio. Il riconoscimento è volto ad accertare se in capo al medesimo soggetto si possa rinvenire la doppia cittadinanza.
Se la discendenza è per via materna viene riconosciuta solo ai figli nati dopo il 1 gennaio 1948 (data di entrata in vigore della Costituzione Italiana).
Lo straniero d'origine italiana, residente all'estero, dovrà rivolgersi all'Autorità consolare italiana competente per luogo di residenza all'estero.

NORMATIVE

- L. n. 555 DEL 13.06.1912;
- L. 5 febbraio 1992 n. 91 e relativi regolamenti di esecuzione (DPR 12 ottobre 1993, n. 572 e DPR 18 aprile 1994, n. 362);
- DPR 445 del 28 dicembre 2000;
- Circolare K28 del 8 aprile 1991.

Ultimo aggiornamento

19/02/2021