Questo sito utilizza solo cookie tecnici e di analytics (equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici).

Preferenze Accetto

TRIBUTI: CANONE UNICO PATRIMONIALE

Occupazione di spazi e aree pubbliche e pubblicità
Visualizzazioni

123

Il Canone Unico Patrimoniale (comunemente denominato “canone unico” – CU), dal 1° gennaio 2021, sostituisce:

  • il canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche – COSAP;
  • l’imposta comunale sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni;
  • il canone per l’installazione dei mezzi pubblicitari.

Il canone unico è dovuto in caso di:

  1. occupazione, anche abusiva, delle aree appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile degli enti e degli spazi soprastanti o sottostanti il suolo pubblico;
  2. diffusione di messaggi pubblicitari, anche abusiva, mediante impianti installati su aree appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile degli enti, su beni privati laddove siano visibili da luogo pubblico o aperto al pubblico del territorio comunale, ovvero all’esterno di veicoli adibiti a uso pubblico o a uso privato.

A chi si rivolge

Al titolare dell’autorizzazione o della concessione ovvero, in mancanza, dal soggetto che effettua l’occupazione in maniera abusiva; per la diffusione di messaggi pubblicitari, è obbligato in solido il soggetto pubblicizzato.

Accedi al servizio

Richiedere all'ufficio Lavori Pubblici il rilascio della concessione per le occupazioni permanenti e dell’autorizzazione per le occupazioni temporanee. Per le modalità consultare le schede correlate.

Per l'installazione di insegne o manufatti pubblicitari consultare lo sportello telematico Polifunzionale per le Attività Produttive. Per  le pubbliche affissioni, l'affissione di cartelli di vendesi/affittasi o offersi/cercasi e per la pubblicità fonica vedere le schede correlate.

Contestualmente al rilascio della concessione/autorizzazione gli uffici ne daranno comunicazione all'Ufficio Tributi, che provvederà all'invio dell'avviso di pagamento.

Il Comune di San Giuliano Milanese ha aderito al sistema nazionale dei pagamenti PagoPa® e il pagamento può essere eseguito:

  • sul Sito dell'Ente, della propria Banca, degli altri canali di pagamento con carte, conto corrente, CBILL;
  • oppure in tutti gli Uffici Postali, in Banca, in Ricevitoria, dal Tabaccaio, al Bancomat, al Supermercato accreditato in contanti, con carte o conto corrente.

I contribuenti possono richiedere al Servizio Tributi, con apposita istanza, il rimborso (vedere scheda correlata) delle somme versate e non dovute entro il termine di cinque anni dal pagamento.
Il Servizio Tributi deve evadere le suddette richieste emettendo un provvedimento di accoglimento o di rigetto entro il termine di 180 giorni decorrenti dalla data di presentazione dell’istanza.
Non si procederà al rimborso di somme pari o inferiori a 12 euro, al netto degli interessi maturati.

Per fissare un appuntamento con l'ufficio Tributi per eventuali chiarimenti, è possibile utilizzare il sistema di prenotazione "Booking" o contattare telefonicamente l'ufficio negli orari di apertura.

Comune

Via De Nicola 2 - 20098 San Giuliano Milanese (MI)

Costi e vincoli

Il canone è determinato, in base alla durata, alla superficie, espressa in metri quadrati, alla tipologia e alle finalità, alla zona occupata del territorio comunale in cui è effettuata l’occupazione o diffusione di messaggi pubblicitari.

Le tariffe sono state stabilite con  la delibera di Consiglio Comunale n. 88 del 15-12-2020, consultabile in allegato.

E’ applicata la tariffa giornaliera nel caso in cui l’occupazione o la diffusione di messaggi pubblicitari abbiano durata inferiore all’anno solare.

E’ applicata la tariffa annua nel caso in cui l’occupazione o la diffusione di messaggi pubblicitari abbiano durata pari o superiore ad un anno solare. Le frazioni superiori all’anno sono computate per dodicesimi.

Tempi e scadenze

L'avviso di pagamento del canone viene inviato dall'ufficio Tributi.

Per le occupazioni o la diffusione di messaggi pubblicitari che hanno una durata pluriennale il pagamento deve essere effettuato entro il 30 aprile di ciascun anno.

Per i soggetti titolari di concessione per le occupazioni permanenti per la fornitura di servizi di pubblica utilità (art. 24 del Regolamento) il canone è da versarsi annualmente entro il 31 gennaio.

Per le occupazioni temporanee il versamento deve essere fatto contestualmente al rilascio dell'autorizzazione.

Il canone non è dovuto quando l’importo non supera i 12 euro.

Casi particolari

L’Ente procede alla rimozione delle occupazioni e dei mezzi pubblicitari privi della prescritta concessione o autorizzazione o effettuati in difformità dalle stesse o per i quali non sia stato eseguito il pagamento del relativo canone, nonché all’immediata copertura della pubblicità in tal modo effettuata, previa redazione di processo verbale di constatazione redatto da agente di Polizia Locale.

Gli oneri derivanti dalla rimozione sono posti a carico dei soggetti che hanno effettuato le occupazioni o l’esposizione pubblicitaria o per conto dei quali la pubblicità è stata effettuata.

E’ consentita l’occupazione di aree o spazi pubblici, prima del rilascio del provvedimento concessorio/autorizzativo nella misura strettamente necessaria di comprovata urgente necessità purché venga contestualmente presentata la relativa domanda di occupazione anche tramite Pec: comune.sangiulianomilanese@cert.legalmail.it.
L’ufficio Lavori Pubblici provvede ad accertare la sussistenza delle condizioni di urgenza e quindi a rilasciare il provvedimento in via di sanatoria, in difetto l’occupazione si considera abusiva.

In caso di occupazioni permanenti per la fornitura di servizi di pubblica utilità, il soggetto titolare di concessione è obbligato a presentare dichiarazione in cui deve indicare il numero complessivo delle utenze che utilizzano le reti entro il 31 gennaio.

Contenuti correlati

Servizi

Ulteriori informazioni

Confermato

Le occupazioni possono essere permanenti o temporanee:

  • permanenti, se di carattere stabile, effettuate anche senza l’impiego di manufatti fissi, e di durata non inferiore all’anno;
  • temporanee se la durata è inferiore all’anno, pure se effettuate con manufatti, anche se periodiche ed in ogni caso quelle per le attività edili.

Ai fini dell’applicazione del “Canone” le occupazioni abusive :

  • si considerano permanenti se realizzate con impianti o manufatti di carattere stabile;
  • diversamente si considerano temporanee ed in tal caso l’occupazione si presume effettuata dal trentesimo giorno antecedente la data del verbale di accertamento.

Informazioni più dettagliate sulla tipologia di occupazione sono consultabili all’articolo 5 del Regolamento.

NORMATIVA

Il Canone Unico Patrimoniale è adottato dai Comuni e sostituisce, dal 1° gennaio 2021, l'intero comparto dei tributi locali minori: il canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche, l'imposta comunale sulla pubblicità e il diritto sulle pubbliche affissioni, il canone per l'installazione dei mezzi pubblicitari e il canone di cui all'articolo 27, commi 7 e 8, del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 limitatamente alle strade di pertinenza dei comuni e delle province.

Con deliberazioni di Consiglio Comunale n. 88 e 89 del 15.12.2020 sono stati approvati il Regolamento sul canone unico patrimoniale, il Regolamento sul canone unico mercatale  e le relative tariffe.

Il versamento del canone è effettuato, direttamente all'ente, contestualmente al rilascio della concessione o dell'autorizzazione all'occupazione o alla diffusione dei messaggi pubblicitari, secondo le disposizioni di cui all'articolo 2-bis del D.L. n. 193/2016, convertito, con modificazioni, dalla L. n. 225/2016 e ss.mm.ii.

Ultimo aggiornamento

14/07/2021