Questo sito utilizza solo cookie tecnici e di analytics (equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici).

Preferenze Accetto

VIOLAZIONE CODICE DELLA STRADA - RICORSO

Il cittadino che incorre in una sanzione può presentare un ricorso amministrativo, entro 60 giorni dalla notifica o dalla contestazione al prefetto di Milano, oppure entro 30 giorni al Giudice di Pace di Lodi.

A chi si rivolge

Ai cittadini che ritengano infondato l’addebito riportato in una multa.

Accedi al servizio

- Per presentare ricorso al Prefetto, consegnare uno scritto difensivo in carta libera indirizzato al Prefetto di Milano (in allegato è disponibile un modulo di richiesta):

  • direttamente alla Prefettura di Milano, c.so Monforte 31, Milano - Tel. 02 77581 - dal lunedì al venerdì dalle 09.15 alle 13.00 -  Pec: protocollo.prefmi@pec.interno.it
  • o tramite raccomandata, al Comando di Polizia Locale, in via Giolitti 24 -20098 San Giuliano Milanese - Milano.

Nel caso in cui il ricorso venga presentato alla Polizia Locale, il Comado si occuperà di inoltrarlo in Prefettura accompagnato dalle deduzioni tecniche, al fine di consentire la valutazione del caso.
Il Prefetto emetterà:

  • un decreto di archiviazione;
  • oppure, nel caso in cui il ricorso verrà respinto, un'ordinanza ingiunzione e, in tal caso, la somma da pagare sarà non inferiore al doppio dell'importo della sanzione originaria.

- Per presentare ricorso al Giudice di Pace: consegnare personalmente, anche senza l'assistenza legale di un avvocato, uno scritto difensivo alla Cancelleria del Giudice di Pace, in via San Fereolo 42, Lodi-  Tel. 0371 46821 - dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 13.00.

Il Giudice stesso chiederà la comparizione delle parti davanti a sé e fisserà la data dell'udienza alla fine della quale emetterà la sentenza.

Ulteriori informazioni

Confermato

Consultare le schede correlate, nel caso si voglia:

  • chiedere il rimborso per il pagamento errato di un verbale;
  • richiedere l'annullamento:
    • dei preavvisi di sosta in sede di autotutela;
    • dei preavvisi di sosta o dei verbali di accertamento, per avvenuto pagamento;
    • delle cartelle di pagamento o delle ingiunzioni fiscali in sede di autotutela, tramite istanza di sgravio.

NORMATIVA

- Art. 203 e 204-bis del Codice della Strada.

Ultimo aggiornamento

30/04/2021