Questo sito utilizza solo cookie tecnici e di analytics (equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici).

Preferenze Accetto

Monumento ai Caduti – Piazza della Vittoria

Nel 1921 l’Amministrazione Comunale progettò di far costruire un Monumento ai Caduti e all’uopo nacque un Comitato Pro Onoranze Caduti in Guerra; venne inoltre lanciata una sottoscrizione popolare per raccogliere offerte e contributi che fruttò 1277 lire attraverso il seguente manifesto:

“Comune di San Giuliano Milanese
Cittadini, operai, lavoratori della terra!
È nostro sacro e santo dovere ricordarsi dei nostri poveri morti caduti in guerra. Sottoscrivete Tutti.”

Il 28 marzo 1924 il Prevosto ottenne il permesso della Curia di Milano per vendere il terreno dove sarebbe sorto il monumento e il giardino circostante, situato nello spazio antistante la chiesa di San Giuliano Martire. Venne affidata quindi al prof. Alessandro Laforeto di Milano la presentazione di un progetto per innalzare il Monumento ai Caduti, inaugurato il 15 giugno 1924.

Nella piazza che accoglie il Monumento ha sede anche l’edificio, oggi soggetto a vincolo conservativo, inaugurato nel 1878 e che ha ospitato fino al 1987 il Municipio. All’interno dell’immobile, rinominato SpazioCultura, attualmente si trovano: la Biblioteca Comunale “Peppino Impastato”, la sala esposizioni “Mario Tapia” e la sala convegni “Luciano Previato”.

Di fronte all’ex Municipio, sorge l’ex Asilo infantile, i cui lavori furono fortemente voluti dalla gente di San Giuliano. I lavori, iniziati nel settembre 1924 grazie al sostegno e all’impegno diretto di 100 cittadini azionisti che si impegnarono a pagare 10 lire cadauno per tre anni, portarono all’inaugurazione dell’Asilo il 4 novembre 1925. L’Asilo, grazie all’interessamento del Prevosto dell’epoca, venne gestito dalle Suore Angeliche.

Sempre all’interno della piazza, sorgono anche la torre dell’Acquedotto, costruito nel 1936 dell’ingegnere Raffaello Alberoni e la Chiesa Parrocchiale intitolata a San Giuliano Martire, Santo Patrono della città.

ELENCO CADUTI 1° GUERRA MONDIALE 1915-1918

– ADINI ANDREA – ALBERI CARLO – ANTONIETTI LUIGI – BAINI CARLO – BALDRIGHI LUIGI – BELLI BATTISTA – BESTIANI PIETRO

– BOLLAMI BATTISTA – BORNAGHI COSTANTINO – BOSSI CARLO – BOSSI ENRICO – BOSSI PIETRO – BRAMBATI GIOVANNI

– BATTISTA – BROGLIA PIETRO – CAMPAGNOLI GIOVANNI – CANTONI GIOVANNI – CAPPONI GIUSEPPE – CASATI BALDASSARRE

– CASTELLI LUIGI – CATTANEO EMILIO – CAVALLOTTI ANTONIO – CERRI GIUSEPPE – CHIESA GIOVANNI – CHIESA MARIO

– CICERI PIETRO – CIOCCHINI GIOVANNI – CIPOLLA CARLO – COLOMBINI RICCARDO – CONCA EMILIO – CONTI GIOVANNI

– CORBETTA ERMINIO – CORDONI DOMENICO – CORNAGGIA GIUSEPPE – FACCIOLI ANGELO – FAGIOLI FRANCESCO

– FARINA GIUSEPPE- FERRARI ANGELO – FERRARI FRANCESCO – FERRARI LUIGI FU ANGELO – FERRARI LUIGI DI CESARE

– FERRI LUIGI – FOLLI ATTILIO – FONTANA ERMINIO – GALLO ALFREDO – GALLOTTA CARLO – GARBELLI GIUSEPPE

– GAZZOLA LUIGI – GIPPONI MOSE’ – GOBBI ANGELO – GOBBI GAETANO – LALBI LUIGI – LEVA ERNESTO – MARANI LUIGI

– MARASCHI ENRICO – MARASCHI GIOVANNI – MARIANI FRANCESCO – MASCHERPA CESARE – MAZZOCCHI LUIGI

– MERLI GIOVANNI – MESCHINI LUIGI – MIGLIAVACCA ENRICO – MODENA ANGELO – MODENA NATALE – MOLTENI GIUSEPPE

– NECCHI GIOVANNI – NEGRI ERNESTO – NISOLI GIOVANNI – PAMPURI FRANCESCO – PANIGADA ATTILIO – PASETTI CESARE

– PASSERINI PIETRO – PONZINIBBI CAMILLO – POZZOLI EMILIO – RAFFALDI GIUSEPPE – RAVIZZA FRANCESCO – RICOTTI CARLO

– ROGNONI GIUSEPPE – ROSSI LUIGI – SARINA ANGELO – SCOTTI LUIGI – SEGU’ ANGELO – STRINGHETTI GIUSEPPE

– TERNO ATTILIO – TORSA ALESSANDRO – TORTI GIUSEPPE – UGGERI ANGELO – UGGERI GIUSEPPE – UGGERI PIETRO

– VIGOTTI GIUSEPPE – VISIGALLI LUIGI – ZAINI ANTONIO – ZANINI MODESTO – ZIGHETTI PIETRO

 

ELENCO CADUTI 2° GUERRA MONDIALE 1939-1945

– ABIRA PIETRO – BENZONI GIUSEPPE – COLNAGHI ANGELO – COLOMBI SANTO – CASTELLAZZI MARIO – GRANDI ANTONIO

– LANDRIANI FRANCESCO – LIETTI AMBROGIO – LUCCHINI MARIO – PREVI PIETRO – RAIMONDI EMILIO – REGAZZONI GIOVANNI

– ROSSI ANGELO – ROZZA PIETRO- TOSCANI LUIGI

PARTIGIANI:

CODECASA MARIO – CODECASA FERRUCCIO – PINCIROLI GIOVANNI

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

25/03/2021